Vai alla pagina principale
Il Centro
Chi  Giovanni Duns Scoto
Pubblicazioni
Articoli
Iconografia
Contatti
 
 


1 - L'ideale di Francesco d'Assisi e Duns Scoto

È un francescano che ha seguito e sistemato scientificamente l'ideale di Francesco d'Assisi.

Francesco d'Assisi è tutto un programma di vita. Il suo ideale emana un fascino così particolare che viene percepito e colto soltanto da persone squisitamente sensibili e d'animo generoso. L'origine di tale fascino affonda le radici nell'esperienza concreta di vivere le esigenze più profonde e genuine della Parola di Dio, cioè Cristo.

La novità della spiritualità di Francesco d'Assisi consiste proprio nell'aver scelto e preso Cristo come fratello e amico, presente in ogni persona, amandolo di amore appassionato e libero. Il suo amore per Cristo è stato così fertile da fecondare non solo la stessa persona di Francesco con il dono delle stimmate, sulla Verna, ma la stessa storia umana. Francesco, infatti, è diventato per la Chiesa e per il mondo un alter Christus che porta libertà e speranza al cuore dell'uomo, assetato di pace, serenità, giustizia e amore, contribuendo così al crescere della società.

Qual è il segreto del successo di Francesco?

La risposta non può essere che Cristo. Cristo diventa la vera chiave di volta dell'esperienza di Francesco, del suo ideale e del suo successo. La storia di ogni giorno, dopo otto secoli, porta segnata l'impronta della vita del Poverello di Assisi.

Il fascino dell'ideale di Francesco d'Assisi, ancor vivendo lui, si diffonde subito e facilmente non solo attraverso le regioni italiche, ma anche in quelle europee, l Francia, la Germania, la Spagna, il Portogallo, l'Inghilterra ecc., dando vita a una delle più popolari forme di evangelizzazione e di presenza cristiana nella storia.

In Inghilterra, per esempio, la presenza dei francescani risale - secondo la Cronaca di Tommaso da Eccleston - al 1224, cioè a un anno dopo l'approvazione della Regola da parte di Onorio III a due anni prima della morte del Serafico Padre.

Religiosamente la provincia francescana dell'Inghilterra abbracciava anche la Scozia, dove i Frati Minori trovarono una positiva e una facile espansione.


TORNA INDIETRO